mercoledì 20 settembre 2017

Personal

Personal

My rating: 3 of 5 stars

Alla fine accettabile perché scritto bene.
La storia si trascina per i 2/3 del libro, solo alla fine si movimenta nell'azione. Qualche spunto originale nella trama; descrizioni troppo particolareggiate che alla fine risultano più noiose che coinvolgenti.
Non mi ha agganciato.

venerdì 25 agosto 2017

L'America di Trump

L'America di Trump

My rating: 3 of 5 stars

Le interviste sono molto interessanti e sinteticamente danno un'idea delle cause che hanno portato Trump alla presidenza, al negazionismo in ambiente repubblicano della questione ambientale e all'assetto politico mondiale dove, anche l'Europa sembra poco incline a prendere posizioni contro il neoliberismo. Quello che sconcerta é che il tutto sembra architettato perché la gente abbia sempre meno consapevolezza e potere per intervenire sulle grandi questioni.
Lo si vede ogni giorno: scardinare i sistemi diventa molto difficile; l'opinione pubblica, imbrogliata e frastornata, fa ricadere le proprie frustrazioni su bersagli alternativi ai grandi problemi, cosí, chi manovra le leve agisce tranquillo.
Tutto questo non é rassicurante.

mercoledì 23 agosto 2017

L'ordine del tempo

L'ordine del tempo

My rating: 5 of 5 stars

Di libri che trattano del tempo ne ho letti altri. Questo, finalmente, dà giustificazioni scientifiche della grande illusione che abbiamo costruito per adattarci al nostro mondo.
Il discorso è molto complesso e parte dai nostri limiti oggettivi per capire le strutture fisiche invisibili che ci circondano. I mondi che l'autore ci propone, sono coerenti con le ricerche e si basano su leggi fisiche conosciute, proponendo immagini coerenti, plausibili.
L'impegno, anche nell'immaginazione, che ci viene richiesto dalla lettura è supportato da discorsi chiari, ricchi di metafore e si aggancia, spesso, alle visioni del mondo di altre culture. Mi riferisco a quelle orientali di cui avevo fatto letture precedenti.
Adoro gli scienziati che hanno una così ampia visione e riescono a trovare giustificazioni inclusive a problemi così complessi.
Il libro non è solo un saggio, è qualcosa di più. Se hai letto "Sette brevi lezioni di fisica" (se no, te lo consiglio prima di affrontare questo), potrai approfondire il tema del tempo in modo organico ed estremamente coinvolgente.

View all my reviews

sabato 19 agosto 2017

I colori del nostro tempo

I colori del nostro tempo

My rating: 4 of 5 stars

La struttura del libro è organizzata per argomenti, 95, in cui il colore ha un ruolo più o meno importante ed ha vissuto i cambiamenti culturali di epoche diverse, seguendo simbologia via via differenti a seconda del periodo storico o dell'etnia. -Il capitolo più corposo riguarda la vessillologia.-

Naturalmente ciascun tema è affrontato con un taglio generale, sufficiente, però, a farci riflettere sui significati veri o plausibili che quel colore ha avuto o rappresenta al giorno d'oggi.
In ogni caso l'umanità è passata da tre colori fondamentali: il bianco il rosso e il nero, fino alle migliaia di combinazioni che si possono ottenere con il digitale di cui però, solo una minima parte riusciamo a percepire.
Il successo o meno dei colori è stato determinato anche dalla possibilità di ottenerli con procedure tecnologiche, ad esempio alcuni non erano sufficientemente stabili e quindi scartati a priori. Oppure, come suggerisce l'autore, può essere stata la necessità di una rappresentazione simbolica ad aver accelerato i processi di sintesi per ottenere colori solidi. Non si sa quali siano state le molle propulsive ai cambiamenti. Infatti, il campo d'indagine è ancora aperto, specialmente nello studio dell'arte dove, anche gli stessi esperti trascurano di parlare di colore per focalizzarsi su altri dati analitici delle opere.

Pastoureau è uno dei massimi esperti al mondo di colore e con questo libro dà un'idea ampia ma complessiva con scopo divulgativo.
Ho visto che ne ha scritti di più specifici, in particolare uno che parla solo del blu, Blu: storia di un colore che è quello preferito della maggior parte delle persone, me compresa. Sarei proprio tentata di leggerlo, ma aspetto di essere un po' triste. :)

giovedì 10 agosto 2017

Crisi d'identità: Identico e diverso tra matematica, letteratura e gioco

Crisi d'identità: Identico e diverso tra matematica, letteratura e gioco

My rating: 4 of 5 stars

Mi concedo ogni tanto qualche libricino di matematica.
Gli autori di questa collana presentano in forma divulgativa aspetti di questa scienza che, per la mia esperienza, non ho mai approcciato a scuola.
Questo di M.F. Barozzi è molto simpatico perché sviluppa alcuni temi che hanno a che fare con la logica come le identità, le contraddizioni, le autoreferenze, i paradossi, esplicitati soprattutto con esempi letterari.
Gradevole per una lettura rilassata che potrebbe diventare, invece, impegnativa se si ha voglia di cimentarsi in qualche esercizio creativo, così come spesso fa l'autore sui social.